Come funziona il Bonus Mobili 2019

Buone notizie per chi deve arredare casa: il bonus mobili è stato prorogato fino al 31 dicembre 2019. Cerchiamo di capire in cosa consiste questo bonus.

Hai ristrutturato casa nel 2018? Potrai usufruire di una detrazione Irpef del 50% per l'acquisto di mobili e di grandi elettrodomestici di classe non inferiore alla A+ (A per i forni), destinati ad arredare l’immobile oggetto di ristrutturazione.

L'agevolazione già presente nel 2018, è stata prorogata dalla recente legge di bilancio anche per gli acquisti che si effettueranno nel 2019, ma potrà essere richiesta solo da chi ha realizzato un intervento di ristrutturazione edilizia iniziato a partire dal 1° gennaio 2018.
Quindi bonus mobili e bonus ristrutturazione sono strettamente collegati tra di loro, in quanto non si può fruire del primo in assenza del secondo.

E quali sono gli interventi che rientrano nel bonus ristrutturazione? Facciamone un elenco:

• Manutenzione straordinaria o ordinaria;
• Restauro o risanamento conservativo;
• Ristrutturazione edilizia o ricostruzione.

Si possono detrarre al 50% acquisti di mobili e grandi elettrodomestici fino a 10.000,00€, la detrazione va ripartita in dieci quote annuali di pari importo.Quindi se spendi 8000,00€ in arredi o elettrodomestici potrai detrarre 4000,00€ da dividere in 10 rate da 400,00€.

Per usufruire dell’agevolazione è necessario che la data di inizio lavori sia anteriore a quella in cui sono sostenute le spese per l’acquisto di mobili e di grandi elettrodomestici.
Se hai eseguito lavori di ristrutturazione su più unità immobiliari, avrai diritto al bonus mobili per ciascuna unità abitativa.

ARTICOLO 18 FOTO 1 minCosa rientra nei beni acquistabili?
Nel bonus rientrano letti, armadi, cassettiere, librerie, scrivanie, tavoli, sedie, comodini, divani, poltrone, credenze, nonché i materassi e gli apparecchi di illuminazione che costituiscono un necessario completamento dell’arredo dell’immobile oggetto di ristrutturazione.
Non sono agevolabili, invece, gli acquisti di porte, di pavimentazioni (per esempio, il parquet), di tende e tendaggi, nonché di altri complementi di arredo.
Per quanto riguarda i grandi elettrodomestici devono essere di classe energetica non inferiore alla A+ (forno in classe A).
Sono comprese anche le spese di trasporto e di montaggio dei beni acquistati.

E non importa se hai ristrutturato il bagno ma acquisti la cucina, la spesa è comunque detraibile.

Il pagamento dovrà avvenire con bonifico, carte di credito o carte di debito. Non sono ammessi pagamenti con assegni bancari o contanti.

Se abiti in un condominio potrai detrarre le spese sostenute per arredare parti comuni condominiali come guardiole o l’appartamento del portiere, sempre che siano stati effettuati lavori di ristrutturazione sulle parti comuni condominiali.

Necessiti di un finanziamento per acquistare i mobili? Avrai comunque diritto alla detrazione, l’importante è che la società che eroga il finanziamento effettui il pagamento con bonifico, carta di credito o di debito.

Sperando di esserti stati utili: buon bonus mobili!

Ci trovi in Via Don Pietro Meneguzzo 2 - Pressana (VR)
Tel. 0442.85751

Orari di apertura:

Lunedì
15.00 - 19.00

Mar - Sab
8.30 - 12.30
15.00 - 19.00

Domenica
Chiuso


Seguici su:


ARREDAMENTI TOSINI S.R.L. – Società Unipersonale
Via Don Pietro Meneguzzo, 2, 37040 – PRESSANA (VR)
Reg. Imprese di Verona n. 04468460235 - Numero REA: VR – 422827
Codice fiscale e partita IVA 04468460235 - Capitale sociale: euro 20.000,00 i.v.

Privacy e cookie policy

Design pagina web Arredabook

 icona telefono ben0442 85751 / 330 886081 manina e testo
 icona telefono ben0442 85751 / 330 886081 clicca qui NESSUNO TI DICE CHE...manina CONTATTACI